Buon compleanno, H2Roma

 

H2Roma è al suo decimo anno di vita. Manifestazione che ha anticipato le tendenze e mostrato per prima, in Italia, le novità della mobilità sostenibile, nasce nel 2002 grazie all’impegno dei ricercatori del CIRPS (Centro Interuniversitario di Ricerca Per lo Sviluppo sostenibile), dell’Università di Roma “La Sapienza”, del  CNR (Consiglio Nazionale delle Ricerche) e dell’ENEA (Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l’energia e lo sviluppo economico sostenibile).

Grazie a H2Roma, ricerca e industria ogni anno incontrano la stampa e il pubblico per vedere, capire e provare le auto più pulite del pianeta oggi, e per orientare la strada della mobilità del domani.

H2Roma è cresciuta progressivamente sino a configurarsi come un’esposizione dotata di grandi spazi interni ed esterni, arricchita da incontri scientifici, conferenze stampa, percorsi didattici e divulgativi, momenti di interscambio tra mondo della cultura artistico/letteraria e ricerca scientifica e tecnologica, prove su strada di modelli e prototipi a basse emissioni e ad emissioni zero.

Fabio Orecchini, coordinatore scientifico di H2Roma, sostiene che “Quello che ci attende è un futuro fatto di motori più piccoli, potenti ed efficienti con diversi combustibili, benzina, metano/biometano e gpl, diesel, ed anche idrogeno, che si sposeranno ad una trazione sempre più elettrificata grazie a batterie leggere ed efficienti a bordo”.

L’ H2Roma energy&mobility show 2011, svoltosi il 9 e 10 novembre scorsi, ha scelto come tema “Efficienza e sostenibilità: dalla ricerca al mercato”, con l’obiettivo puntato a scoprire la tecnologia che consentirà di coniugare il traguardo delle emissioni zero con prestazioni e piacere di guida.

Alcuni dati: alla naturale presenza dei tre enti di ricerca pubblica sopra citati, promotori della manifestazione, quest’anno si è aggiunta un’azienda della ricerca privata –  la GM Powertrain – che ha messo a disposizione un premio di laurea per tesi in Ingegneria. Quattordici le industrie automobilistiche che hanno voluto essere presenti: BMW, CITROEN, FIAT, FORD, GM, INIFINITI, MERCEDES-BENZ, NISSAN, OPEL, PEUGEOT, VOLKSWAGEN, RENAULT, SMART, TOYOTA, VOLVO. Un’azienda di servizi – Arval – e una per l’energia – Enel – hanno partecipato in qualità di partner. Sedici le auto messe in esposizione tra vetture a combustione interna, ibride, ibride plug-in, a raggio d’azione esteso, elettriche 100%, a idrogeno, e venticinque autovetture in prova (con 1500 test su strada fatti in totale) a dimostrazione delle diverse tecnologie. Di poco sotto le due migliaia è stato il numero degli studenti di Scuole secondarie e  di varie università che hanno seguito le  lezioni e visitato gli stand.

La manifestazione, quest’anno, ha aderito al progetto Impatto Zero® di LifeGate, calcolando e quindi compensando le emissioni derivate dall’evento nel suo complesso.

Quello della sostenibilità dei trasporti è un universo tutto da scoprire e ancora da creare. Per i neofiti è incredibile apprendere quanto il concetto di mobilità sostenibile si sia già sviluppato e stia mettendo radici in ogni ambito delle conoscenze umane. Ben vengano, quindi, eventi come H2Roma, che contribuiscono a svelarci un po’ di più questo mondo che lavora per il Mondo, e a formare in noi una cultura sempre più verde.

 

Pubblicato su Spaziomotori.it

Annunci

Commenti

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.