La Torre di Controllo di Fiumicino

Tramonto su Fiumicino Aeroporto
Tramonto su Fiumicino Aeroporto (photo by Emiliano Amadeo)

All’esterno dei terminal dell’Aeroporto di Fiumicino  si erge la statua bronzea di Leonardo da Vinci che solleva il modello di una macchina volante di sua invenzione. Allungando lo sguardo verso l’orizzonte, si resta colpiti da un’altra opera d’arte, che si eleva maestosa: la Torre di Controllo di Fiumicino.

Costruita, come del resto l’intero aeroporto, alla fine degli anni ’50, in previsione delle Olimpiadi di Roma del 1960, ha un particolare design – progettato dall’Ing. Morandi – che fa della skyline del “Leonardo da Vinci” una cartolina indimenticabile.

La torre è stata ristrutturata nel 1989-‘90 – in occasione dei mondiali di calcio ospitati in Italia – e viene fatta periodicamente restaurare con particolare cura dall’ENAV (la società nazionale per i servizi alla navigazione aerea, la cui mission è di garantire – nello spazio aereo italiano – una circolazione sicura e regolare a tutto il traffico civile).

Da 45 torri di controllo in tutto il Paese, l’ENAV gestisce i decolli, gli atterraggi, gli avvicinamenti finali all’aeroporto, la fase di allontanamento dall’aeroporto stesso e la movimentazione al suolo degli aeromobili. Ma il luogo simbolo del servizio di controllo del traffico aereo d’Aerodromo è proprio la Torre di Controllo di Fiumicino, quel gigante bianco e rosso che domina l’aeroporto con i suoi 55 metri di altezza.

La Sala Operativa, a 50 metri dal suolo, è costituita di 8 postazioni operative dotate di tecnologie all’avanguardia. Vi operano sempre, di giorno, almeno 9 controllori di volo. Da quel luogo privilegiato, con vista mare, vengono gestiti circa 275.000 movimenti medi annui, tra decolli, atterraggi e sorvoli; 800 movimenti medi giornalieri; 60 movimenti medi l’ora, con picchi che arrivano fino a un massimo di 90 l’ora (la massima capacità aeroportuale di Fiumicino).

Durante il periodo estivo si arriva a gestire fino a 1200 movimenti giornalieri e non si scende mai sotto la soglia dei 900.

Nello stesso edificio, pochi metri più giù, si trova anche la Stazione Meteorologica, dalla quale viene fornito il servizio di meteorologia aeroportuale: 24 ore al giorno, per tutti i giorni dell’anno, un bollettino di osservazione della situazione meteo sull’aeroporto viene emesso ogni mezz’ora. Le informazioni raggiungono il pilota in frequenza, poco prima del decollo o dell’atterraggio; sono diffuse in ambito nazionale e internazionale attraverso i sistemi di telecomunicazione aeronautica per essere usate dalle Compagnie Aeree nella pianificazione dei voli su Fiumicino; entrano nell’elaborazione delle previsioni meteo.

In Torre di Controllo, a Fiumicino, le luci non si spengono mai. Anzi: fra il crepuscolo e la notte fonda, quel luccichio che si accende a grappoli sulla costa del mar Tirreno, da Ostia ai Monti della Tolfa, è uno spettacolo più grande di qualsiasi Olimpiade o Mondiale sia passato da lì.

Gioia Magliozzi

La Torre di Controllo di Fiumicino
Foto in bassa risoluzione – Copyright ENAV Spa – Tutti i diritti riservati
Annunci

Un commento Aggiungi il tuo

Commenti

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.