Corso di scrittura. Lezione n° 2: Dittonghi, trittonghi, iato

il

nomenOmen

Un esempio di dittongo (photo credit Garamond.it)

Dittonghi, trittonghi, iato.

Quando parliamo, i suoni che emettiamo si concatenano tra loro in successioni continue o intervallate da pause. Notiamo che:

  •  le vocali a, e, o seguite o precedute da i, u si pronunciano con una sola emissione di voce, se esse sono accentate (cioè se la voce le pronuncia con particolare intensità). In questo caso abbiamo un dittongo:

ài (mài), òi (pòi), èi (rèi), èu (èuro), (fto), (chdo), (fle), (gsto), (sra), (qrcia).

Anche i e u, fra di loro, formano dittongo, quando si incontrano e una di esse è accentata:

(fme), (gda).

  •  Le stesse tre vocali a, e o seguite e precedute da i, u, si pronunciano…

View original post 253 altre parole

Commenti

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.