Corso di scrittura. Lezione n° 4: L’accento

NomenOmen

Illustrazione di una “e” accentata (copyright giannirodari.it)

L’accento.

In ogni parola c’è una sillaba che è pronunciata con maggiore intensità delle altre: è la sillaba che porta l’accento (accento tonico), anche se questo non viene materialmente scritto. Le altre sillabe sono pronunciate con minore forza e sono dette àtone.

In italiano, nelle parole costituite da più sillabe, l’accento tonico può cadere:

–         Sull’ultima sillaba (parole tronche): però, caffè, andò ecc.

–          Sulla penultima sillaba (parole piane): can-zó-ne, mat-tì-na, fà-ro ecc.

–         Sulla terzultima sillaba(parole sdrucciole): cò-mi-co, cò-sto-la, pén-to-la ecc.

–          Sulla quartultima sillaba (parole bisdrucciole): mià-go-la-no, pòr-ta-me-lo, gì-ra-glie-lo ecc.

–          Molto raramente sulla quintultima (parole trisdrucciole): òr-di-na-me-lo, rè-ci-ta-me-la ecc.

Se la parola è monosillaba, l’accento cade ovviamente su questa, che sia scritto, o meno: più, re, là, su.

Come sapere se scriverlo o meno?

Premesso che è obbligatorio segnare l’accento…

View original post 675 altre parole

Commenti

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.