Meditate, gente… meditate!

Tutte le miserie dell’uomo derivano dalla sua incapacità di isolarsi in una stanza

e restarsene in pace da solo.

Blaise Pascal

Uff!

Quando, durante il weekend, mi alzo alle 7.30 circa, invece che alle 5, mi sembra che la mia morning routine traballi e che le cose mi sfuggano di mano. Ma finalmente sono riuscita a fare i miei 10 minuti di meditazione.

Sì, perché, se ben ricordi (leggi qui, se vuoi) a inizio anno avevo approcciato un’app che aiuta noi iperdinamici occidentali a ‘staccare’ per meditare brevemente su un argomento ogni giorno diverso e ti avevo promesso che avrei fornito aggiornamenti sugli sviluppi.

“Calm”, scaricabile da Google Play per cellulari Android o da Apple Store per I-Phone, è veramente ricca, non solo di meditazioni quotidiane ma di risorse musicali (il suono della pioggia, di un lago calmo, di un temporale – adoro!) e di percorsi, articolati in più giorni, mirati a vincere stress, ansia e numerose altre paturnie. 🙂 Dimenticavo… È in inglese.

Ebbene, sì: dopo i 7 giorni di prova, ho acquistato l’abbonamento. Convintissima e fedelissima nelle prime settimane, ho pian piano lasciato morire la cosa, immergendomi in uno stress pazzesco per motivi scolastici. Non miei, ovvio. Ora che mi guardo indietro, mi chiedo perché io non comprendessi ancora che

ENERGY FLOWS WHERE ATTENTION GOES

sicché, dedicandomi anima e corpo al ‘problema’, non ho fatto altro che ingigantirlo e appesantirmi la vita.

Stamattina il take-away della meditazione era il seguente, ed è sull’onda di questa ispirazione che ho deciso di (ri)scrivere sull’argomento.

GLI OSTACOLI NON BLOCCANO IL CAMMINO, SONO IL CAMMINO (Proverbio Zen)

Una volta cominciata l’estate, mi sono rilassata e ho ripreso ad ‘ascoltarmi’ da dentro, piuttosto che essere trascinata a destra e a manca dagli eventi esterni, recuperando anche la consapevolezza che tutte le persone di successo hanno – fra le loro abitudini – quella di meditare regolarmente.

Ho quindi ripreso a farlo con soddisfazione profonda e ho inserito questi preziosi minuti all’interno della mia routine mattutina.

Così, sempre prima di qualunque contatto sociale, dopo Jihwa Dhauti, dopo aver scritto le 5 cose per cui in quel momento provo gratitudine, preso la bevanda al magnesio, la tisana allo zenzero e limone, fatto la pulizia del naso e bevuto l’estratto di fruttami siedo sul divano e apro ‘Calm‘.

Mi piace, mi aiuta e in qualche modo compensa la sveglia presto, nel senso che – quando apri gli occhi – ti senti come se avessi fatto un’ora di sonno piuttosto che dieci minuti di meditazione.

E allora, stavolta non ti dico di fare come me, con questa app specifica che magari può andar bene a me e a te no, ma davvero ti consiglio di regalarti, ogni giorno, uno spazio di silenzio totale che ti consenta di uscire dal turbinio delle cose da fare e dei pensieri negativi.
Buon relax e tanta gioia a te.
Gioia
Annunci

Un commento Aggiungi il tuo

Commenti

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.