Il viaggio non finisce mai

DSC_0809

Quando il viaggiatore si è seduto sulla sabbia della spiaggia e ha detto: “Non c’è altro da vedere”, sapeva che non era vero. La fine di un viaggio è solo l’inizio di un altro. Bisogna vedere quel che non si è visto, vedere di nuovo quel che si è già visto, vedere in primavera quel che si è visto in estate, vedere di giorno quel che si è visto di notte, con il sole dove la prima volta pioveva, vedere le messi verdi, il frutto maturo, la pietra che ha cambiato posto, l’ombra che non c’era. Bisogna ritornare sui passi già fatti, per ripeterli, e per tracciarvi a fianco nuovi cammini. Bisogna ricominciare il viaggio. Sempre. Il viaggiatore ritorna subito.

Josè Saramago – Viaggio in Portogallo

Adoro questo brano che un giorno la Giusy mi ha dedicato, sulla prima pagina di un taccuino vuoto con la copertina lilla.

Lei sapeva che amo i taccuini. Non sapeva, o forse lo intuiva, che il viaggio per me avrebbe nel tempo acquisito sempre più importanza.

A parte un ‘soggiorno in famiglia’ in Inghilterra a 17 anni, in cui ricordo di essermela cavata praticamente da sola, ho sempre viaggiato (e neanche troppo spesso) in compagnia, come si fa ‘normalmente’. Più recentemente, le occasioni di viaggio si sono moltiplicate grazie al mio lavoro, e con queste è aumentata la capacità di cavarmela in diversi contesti.

Insomma: si dà il caso che le mie ultime due vacanze io le abbia fatte praticamente da sola. In particolare, a Parigi c’ero già stata ma, come dice Saramago, ‘bisogna vedere […] di nuovo quel che si è già visto, vedere in primavera quel che si è visto in estate’, ed io avevo un grande desiderio di ritornare, questa volta da sola, ‘sui passi già fatti’ la prima volta in compagnia.

Non c’è dubbio che condividere con una o più persone paesaggi, arte, gastronomia, esperienze arricchisca, ma ho scoperto che la libertà di fare o non fare qualunque cosa, di avere orari senza orario, di pianificare o andare all’avventura, non ha prezzo.

Tanto più che sono abbastanza iperattiva e stare inchiodata in hotel mentre qualcuno si sbarba, depila, schiaccia i brufoli o si piastra i capelli mi snerva da morire. Non solo: se voglio compagnia, la trovo, ma a tempo determinato e alle mie condizioni. 😀

Quando viaggio da sola mi sento forte, divina, capace di qualunque cosa nella vita e la mia l’autostima vola; mi sento gioiosa, radiosa, luminosa, piena di energia e con tutte le possibilità del mondo a mia disposizione. Starei bene in qualunque posto; dovunque io venissi paracadutata imparerei la lingua, troverei un lavoro, ripartirei da zero. Sapendo che i miei figli sono in mani sicure… quasi me ne dimentico e riesco davvero a ricaricarmi per tutto il tempo in cui dimenticarmene non posso 😀

PAUSA.

Questo slideshow richiede JavaScript.

A proposito di Parigi.

Laggiù, tre metri sotto terra, nel cimitero di Père-Lachaise, Edmond Haraucourt è contento e gli fischiano le orecchie per l’unico delle tonnellate di versi che ha prodotto in vita. Perché l’unica grande verità che ha espresso è anche la cosa più semplice che ha scritto: Partir, c’est mourir un peu…

Ma se è vero che per molti ‘partire è un po’ morire’ [sicuramente mia madre, per la quale preparare una valigia è tra i maggiori fattori di rischio arresto cardiocircolatorio – ciao mamy 😀 ] per me, al contrario, è pura VITA.

E… ‘attenzione, può creare dipendenza’.

Bisogna ricominciare il viaggio. Sempre. Il viaggiatore ritorna subito.

À la prochaine.

Tanta gioia a te,

Gioia

 

 

 

 

 

 

 

 

Annunci

Un commento Aggiungi il tuo

Commenti

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.