Cicatrici d’oro

Intorno al 1400, in Giappone, l’ottavo shogun dello shogunato Ashikaga, avendo rotto la sua tazza in ceramica per la cerimonia del tè preferita, la mandò in Cina per ripararla. I ceramisti cinesi la cucirono, seguendo le linee di rottura, con graffe in ferro.

Lo shogun s’infuriò nel vedere la sua tazza così rovinata. Alcuni artigiani giapponesi decisero di trasformare la tazza in un gioiello, riempiendo le sue fessure con lacca urushi e polvere d’oro. Il risultato ottenuto fu apprezzato da Yoshimasa: la sua tazza non solo era stata riparata ma aveva preso una vita nuova, carica delle sue imperfezioni e proprio per questo ricca di bellezza: era diventata unica.

ErA NATA cosÌ LA TECNICA KINTSUGI – dal giapponese kin (oro) e tsugi (riparare): Le linee di rottura, unite con lacca urushi, sono lasciate visibili, evidenziate con polvere d’oro. Gli oggetti in ceramica riparati con l’arte kintsugi diventano vere opere d’arte. Impreziosirle con la polvere d’oro ne accentua la loro bellezza, rendendo la fragilità un punto di forza e perfezione.

(liberamente tratto dal sito dell’Ass. Culturale Giappone in Italia)

Se è vero che la filosofia giapponese sottesa a questa tecnica è il mono no aware, ovvero l’empatia per le cose, in occidente ci è giunta soprattutto la metafora delle crepe a rappresentare le ferite personali, le esperienze dolorose vissute.

La perdita di una persona amata, un apparente fallimento, un trauma o una malattia restano scalfiti nell’anima e possono provocare anche molto dopo tempo sofferenza, vuoto, depressione o senso di inadeguatezza.

Manifesta il tuo destino: il Kintsugi, con l’oro che mette in evidenza le rotture senza nasconderle, ci aiuta a riflettere sul fatto che ogni esperienza vissuta è una fonte di bellezza interiore, ci rende unici, speciali e preziosi.

E Tu, che cicatrici d’oro hai?

Tanta gioia a Te,

Gioia

Pubblicato da Gioia Magliozzi

I'm a Life & Career Coach, member of AICP (Associazione Italiana Coach Professionisti). After more than 20 years of experience in the Corporate field, initially in Communication (cinema & TV), then in the aviation sector (I still deal with International Projects and Partnerships at ENAV), I embraced the profession of coach to realize my dream of all time: to positively affect people's lives. My mission is to accompany people on the journey towards the full expression of their potential and a high quality of personal and professional life. Among my favourite tools: Personal Branding, Presentation Skills and Public Speaking strategies. Alongside a degree in foreign languages ​​and literature and a postgraduate course in Economics and Business Management, I obtained a Master in Life & Career Coaching. Member of the International Society of Female professionals. I'm a single mother of two teenagers, which is the biggest challenge of all.

Commenti

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: