Cercando l’ombra

In questi giorni di cattività sto riscoprendo molte cose.

Come, ad esempio, che posseggo dei polpastrelli. Dopo la terza unghia spezzata, le ho tagliate tutte e mentre scrivo mi sento incuriosita da questa nuova sensazione nelle dita. (Ehi, ero ironica. Ma neanche troppo).

Sto ascoltando di filosofia e psicologia, sicché stamattina a colazione penso: IO CHI ODIO? Chi mi sta antipatico? Così, senza preamboli.

Mi viene in mente una collega che mi sta sulle scatole di brutto, poi mio padre (gli voglio bene ma spesso mi fa venire i nervi).

Perché?

Perché proietto su di loro una parte di me che ho represso e che mi sta lavorando contro nell’ombra. È LA MIA OMBRA.

Tutto ciò che ci irrita negli altri può portarci a riscoprire noi stessi. Jung

 

La mia comprensione della PROIEZIONE, sinora, si limitava al concetto: “I difetti che vediamo negli altri ci appartengono”.

A parte che potrebbero NON essere DIFETTI, ma semplicemente CARATTERISTICHE. Ma poi, che significa che CI APPARTENGONO?

Significa che in qualche modo fanno parte della nostra personalità ma che non ci piacciono e quindi, per quieto vivere o per convenienza, abbiamo scelto di reprimere.

Esempio: percepisco in questa mia collega e in mio padre un’inutile aggressività verbale, un'”acidità” (lei) o “burberosità” (lui) privi di qualsiasi compassione verso l’altro. Eccetera eccetera, ma mi fermo qui perché mia madre sta leggendo e prenderà le difese del consorte. 🙂

Ebbene, riflettendo mi rendo conto che in effetti questi atteggiamenti sono parte di me e ho sempre cercato di tenerli a bada perché non mi piace dare quel tipo di impressione. Chi mi conosce bene, però, ha visto in qualche circostanza la mia ombra in azione.

Che si fa? Rimuovere degli aspetti dal nostro agire non rimuove il problema, ma fa sì che essi si alimentino senza potersi esprimere fino a raggiungere una potenza distruttiva per cui o rovesci il tavolo o ti ammali.

Io sto scegliendo di esprimerli, quando necessario, in maniera moderata. Immagina la pentola a pressione, quando apri la valvolina per far sfiatare un po’.

Chi mi ama, amerà anche questo di me. Chi si aspetta una Lovely Doll, problemi suoi.

Esercizio: elenca chi ti sta antipatico forte. Nessuno? Dai. Un politico? Tua suocera?

Poi rifletti su quale atteggiamento o comportamento ti diano maggiormente fastidio di loro. Stop! Quello è il tuo specchio. E quella che vedi è la tua ombra.

Facci pace, lasciala emergere con indulgenza, piano piano, come fosse una reazione a catena controllata. Vivrai meglio perché sarai più coerente col tuo vero io.

Tanta gioia a Te,

Gioia

P.S.: Il bello è anche che, una volta che cominci a vederla così, oltre al tuo benessere aumenterà il tuo grado di tolleranza verso le persone che sinora ti facevano venire la pressione arteriosa alta. 🙂

Pubblicato da Gioia Magliozzi

I'm a Life & Career Coach, member of AICP (Associazione Italiana Coach Professionisti). After more than 20 years of experience in the Corporate field, initially in Communication (cinema & TV), then in the aviation sector (I still deal with International Projects and Partnerships at ENAV), I embraced the profession of coach to realize my dream of all time: to positively affect people's lives. My mission is to accompany people on the journey towards the full expression of their potential and a high quality of personal and professional life. Among my favourite tools: Personal Branding, Presentation Skills and Public Speaking strategies. Alongside a degree in foreign languages ​​and literature and a postgraduate course in Economics and Business Management, I obtained a Master in Life & Career Coaching. Member of the International Society of Female professionals. I'm a single mother of two teenagers, which is the biggest challenge of all.

One thought on “Cercando l’ombra

Commenti

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: